Sesso e Olimpiadi

preservativi

[di Jaume d’Urgell]

Mancano solo quattro giorni alla cerimonia inaugurale di queste Olimpiadi 2012 e sui giornali inizia a non parlarsi d’altro. Quali sono gli argomenti più gettonati? Uno sembrerebbe essere il sesso. Una nuova disciplina olimpica? Non proprio. Tra scandali e dichiarazioni più o meno piccanti, i riflettori sembrano puntati sugli atleti non solo sulle piste o nelle vasche ma anche sotto alle lenzuola.
Sono 150mila i preservativi messi a disposizione degli abitanti del villaggio olimpico – alla faccia dei record! – … e pensare che nel 1998, a Seul, ne furono distribuiti solo 8500: quindici per ogni atleta, con possibilità di richiederne di ulteriori nel caso in cui si finisse la propria scorta. Sarà perché da quest’anno è permesso l’ingresso al villaggio olimpico anche ai partner degli atleti?
Non proprio, almeno secondo Iziane Marques, giocatrice della nazionale di basket del Brasile, rispedita a casa per essere stata beccata a fare sesso con il fidanzato.
Non sono mancate le proteste: secondo il portiere della nazionale americana femminile di calcio, Hope Solo, infatti, gli atleti “se la spasserebbero” tra loro, senza incorrere in provvedimenti disciplinari di sorta.
Non se ne preoccupa Federica Pellegrini, che ha dichiarato: Astinenza? Ma siamo matti?

Annunci

Tutti i numeri dell’Italia

Pronti, partenza… via!

165 uomini e 127 donne, che gareggeranno in ben ventotto discipline: questi sono i numeri dell’Italia per le Olimpiadi 2012 che si terranno a Londra a partire dal 27 luglio. I comitati provinciali stanno già salutando – e festeggiando – gli atleti in partenza, sperando di poterli accogliere con festeggiamenti ancora più grandi al loro ritorno.
La squadra olimpica italiana, che conterà quindi 292 atleti, potrebbe rischiare di partire senza Antonietta Di Martino, la nostra specialista nel salto in alto. La Di Martino, dopo diversi successi sia europei che mondiali, ha esordito durante le Olimpiadi di Pechino nel 2008, nelle quali è arrivata decima con un salto a 1,93 metri. Un problema muscolare potrebbe però impedirle la partenza.
Sperando che non si tratti di niente di grave, rivediamoci tutti i suoi salti!

London 2012 Festival: non solo Olimpiadi

Spettacoli per tutti i gusti, a Londra!

Non solo sport, a Londra, in occasione delle Olimpiadi 2012, ma anche un festival dal calendario ricco di eventi per tutti i gusti. Dal ventuno giugno fino al nove settembre, giorno di chiusura delle Paralimpiadi, sarà possibile assistere a concerti, mostre e spettacoli di arte contemporanea, di teatro, di danza, di cinema – molti dei quali gratuiti.
Negli ultimi quattro anni, a partire dal 2008, in attesa dei giochi olimpici che stanno per iniziare Londra si è animata ogni estate grazie alle cosiddette Olimpiadi della cultura, che culmineranno proprio nel programma del festival di quest’anno.
Si terranno circa un migliaio di spettacoli, ed è prevista la partecipazione di almeno tre milioni di spettatori.

Qui è possibile scaricare il calendario degli spettacoli e informarsi su tutti gli eventi del Festival.

L’ultimo tedoforo

Quale che sia il metodo, l’accensione del braciere è un momento topico della cerimonia. Nel corso degli anni, i criteri utilizzati per decidere chi dovesse essere l’ultimo tedoforo sono cambiati sensibilmente. A Roma 1960 la fiamma fu accesa da Giancarlo Peris, che conquistò quell’onore vincendo una corsa campestre per ragazzi. La maestra di scuola Kim Won-Tak fu una dei tre tedofori ad accendere la fiamma a Seul 1988; aveva vinto una maratona. A Tokyo 1964 fu scelto Yoshinori Sakai, in quanto era nato il giorno in cui era esplosa la bomba di Hiroshima. Montreal 1976 optò per due tedofori adolescenti in rappresentanza del Canada francofono e di quello anglofono; una scelta simbolica che non passò inosservata tra i primi nativi Canadesi. Scelte ovvie sono state quelle di grandi campioni olimpici come Paavo Nurmi a Helsinki 1952. La scelta dell’atleta aborigena australiana Cathy Freeman a Sydney 2000 e di Mohammed Ali ad Atlanta 1996 sono stati altrettanti riconoscimenti nei confronti delle etnie e delle identità nazionali dei paesi ospitanti.

In attesa di sapere chi sarà l’ultimo tedoforo di queste Olimpiadi 2012, i momenti più belli, raccolti in un unico video:

Conto alla rovescia

londra 2012

Londra 2012

Due settimane di sport, 12000 atleti, 29 discipline, 302 medaglie d’oro in palio. In questo volume c’è tutto quello che bisogna sapere sulla manifestazione sportiva più importante.

Le Olimpiadi di Londra 2012 saranno l’evento sportivo dell’anno. E questo volume è la soluzione migliore non arrivare impreparati all’appuntamento, per conoscere storia, statistiche e curiosità su tutti gli sport della manifestazione sportiva più bella e coinvolgente della storia. Basta dare un’occhiata alla cerimonia di apertura dell’ultima Olimpiade, quella di Pechino 2008, per rendersene conto: un vero e proprio show, con un cast di 15000 persone e visto da miliardi di persone in tutto il mondo.

E ora, dopo 4 anni, le Olimpiadi tornano e con esse torna uno spettacolo grandioso ed emozionante: due settimane di agonismo e passione.

Chi trionferà nel medagliere? Questa guida agile e originale è una bussola utilissima per orientarsi nell’Universo delle Olimpiadi: un volume impedibile per tutti i fan di ogni sport, dal tiro con l’arco alla pallanuoto, dalla pallacanestro al triathlon, fino alla pallamano e al tennis da tavolo.

Per iniziare a farsi un’idea, in attesa delle Olimpiadi 2012, l’infografica animata di Robert Shaw che riassume cento anni di record:

[Illustrazione di Ana Gasston]

Dal 5 luglio in libreria: Olimpiadi – tutto quello che dovete sapere sull’orgia sportiva per eccellenza: la storia, le discipline, i record, gli eroi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: